Analisi SEO: Search Engine Tools

Quarto appuntamento con l’ottimizzazione SEO offerta da myseotool.com: in questo ulteriore articolo vedremo gli “utensili” strettamente connessi coi motori di ricerca (MDR) e le SERP.

  • ROR Sitemap Generator: come suggerisce il nome vi permette di generare la sitemap del vostro sito. Per saperne di più su come sottoporla rispettivamente ai search-engine di Google, Bing e Yahoo leggete il mio precedente articolo sul posizionamento “da zero” di un sito.
  • Search Engine Crawler Tool: genera una “vista” del vostro sito WEB per come viene letto dal crawler del motore di ricerca, ovvero in formato puramente testuale senza tag HTML. Eventualmente è possibile fare i raffronti specificando una certa keyphrase che sarà evidenziata nel testo.
  • Search Engine Index Checker: molto utile perchè vi permette di visualizzare il numero di pagine indicizzate da ognuno dei principali motori di ricerca (Bing, Yahoo!, Google). Ho avuto modo di notare che Bing sembra uno dei più veloci ad indicizzare, con il 13% di pagine registrate, mentre Google il più lento (con solo il 3% di pagine indicizzate). Ovviamente tali dati vanno contestualizzati al mio caso particolare (cambio di dominio Blogger, necessità di fare re-indexing daccapo): in generale ovviamente tutte le pagine devono essere presenti nell’indice del motore di ricerca.
  • Search Engine Listing Preview: permette una semplicissima preview del vostro URL, cosa che peraltro potete effettuare anche da Google (ammesso che il sito sia già presente). Utile per tutto il periodo in cui molti risultati mancano dai motori di ricerca ed avete necessita di prevedere come saranno registrati nella SERP.
  • Search Engine Ranking Tool: questo ultimo tool vi mostra quanto sia popolare il vostro sito rispetto ai tre motori di ricerca più usati. In ingresso dovrete fornire l’URL, la keyphrase e la nazione di riferimento. In uscita otterrete per ogni motore la posizione ed il numero di pagine interessate al matching. L’analisi risultante da questo particolare strumenti è stata particolarmente impietosa per il mio blog, in quanto pare che per le parole chiave più importanti riesca a posizionarmi solo in posizione 17 peraltro per un singolo motore di ricerca e per una sola keyphrase. Rimane da considerare il problema del pagerank nullo (che comunque, come si ricordava nei commenti di un mio precedente articolo, non è l’unico fattore da considerare) ed il fatto che molte pagine manchino materialmente all’appello.

Con il prossimo articolo chiuderemo la “saga” dedicata agli strumenti di analisi SEO gratuiti. Vi ricordo gli indirizzi degli altri articoli che ho scritto su questo SEO tool, che potete leggere per integrare quanto detto finora:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *