WordPress vs. Blogger, influenza social e Open-Graph

Mdrseo augura Buone Feste a tutti i lettori e vi da’ appuntamento a dopo Natale, data in cui dovrebbe riprendere (almeno da parte mia) la pubblicazione abbastanza frequente di articoli. Nel frattempo vi segnalo tre argomenti davvero interessanti per fine anno, che riassumono un po’ di tendenze SEO viste in giro.Parecchie sono le idee che ho avuto e sviluppato in questo periodo, in particolare per quanto riguarda la rivalutazione (non in positivo) dell’importanza dei social network per il posizionamento e l’utilizzo di tecniche per così dire più classiche come le “matrici” di link fatte in un certo modo. Tutte cose che contribuiscono variamente alla creazione della fama di un blog, e che saranno analizzate nei successivi articoli.

Facebook + Open Graph. Mi era stato richiesto anche da un lettore in un commento, purtroppo non ho avuto modo di testare nuovamente la creazione di una pagina che sfrutti il protocollo Open Graph per il vostro blog o una generica pagina web. L’ho inserito tra le cose “to-do” da chiarire, ma sto riscontrando dei problemi anch’io in termini di malfunzionamento su mie pagine di prova. Inoltre gli articoli del mio blog, che ho appena rinnovato poichè sono passato da Blogger al più versatile WordPress, compaiono ancora in Facebook con il vecchio banner del sito: è probabile che esista quindi una specie di cache interna a Facebook per questi dati. Inoltre creando una pagina da zero su un sito nuovo, ed inserendo come descritto nella guida ufficiale i vari “pezzi” che compongono Open Graph, sembra che non compaiano nè l’immagine scelta come thumbnail nè la meta description (dipende dall’indicizzazione di quella pagina da parte di Google?).

Si ringrazia zaniele per la foto "Neve a Bretonico" in CC.

Social Fake? Ho scritto un post che farà molto discutere sul mio blog, nel quale tendevo a ridimensionare pesantemente l’importanza dei social per la popolarità. Del resto sia Tave e Madri (non esattamente gli ultimi arrivati) hanno messo in guardia i vari SEO dal prendere le notizie dei “guru” a riguardo come oro colato: ne parlo approfonditamente in un lungo articolo dedicato ai “miti” dei social per il posizionamento.

WordPress distrugge Blogger. Devo rilevare che da quando ho rifatto il mio blog in WordPress le visite sono addirittura raddoppiate senza fare nulla, senza contare che ora un 8% proviene dichiaratamente da traffico mobile. Inoltre Analytics (che dipende da Javascript) conteggia molte meno visite di quanto faccia il plugin Counterize.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *