Un articolo da centinaia di visite.

Scrivere, scrivere e ancora scrivere questa la ricetta per avere successo con un blog, ma proviamo a fermarci ogni tanto e ad analizzare le risorse a nostra disposizione.

Quante cose si capiscono osservando il nostro log di analytics, in principio non ci facciamo caso, questo e dovuto alla nostra sete di visite e di successo, ma con un po di esperienza una buona osservazione può fare la differenza.

Vi sarà capitato di scoprire con piacere che uno o due articoli rappresentano la fonte principale di visite per il vostro blog, mentre altri 100 portano si e no un centinaio di visite. Bene vuol dire che quei due articoli si sono posizionati ottimamente per qualche keyword molto ricercata, controllando meglio può succedere che per quelle keyword di successo siamo magari in 4° o 5° posizione.

Ora proviamo a pensare quanto traffico potrebbero generare i nostri due super articoli se riusciamo a scalare una o due posizioni o addirittura arrivare in prima.

Bene signori questo è uno dei pochi eventi che giustifica lo stop momentaneo di un blogger, siamo sicuri di aver scritto il testo rispettando tutte le regole SEO? Abbiamo una buona keyword density nel nostro articolo? E perchè non regalare ai nostri due super articoli qualche link in entrata magari usando come anchor text proprio le keyword che vogliamo spingere?

Insomma controlliamo i nostri articoli con scrupolo, non lasciando niente al caso e magari osserviamo anche chi ci ha rubato le prime posizioni, quali link in entrata avrà il nostro antagonista? Vi assicuro che niente è impossibile, ed il bello del SEO è che nessuno ha la verità assoluta ma vince chi provando e riprovando trova le chiavi per la prima posizione.

Come al solito su questo blog non si parla mai per sentito dire, prima di scrivere questo post ho provato il tutto mettendo in gioco il mio povero blog che ormai sarà stremato da tutti i miei esperimenti, è incredibile come un solo misero articolo riesca a portarmi il 60% delle visite complessive, provare per credere.

E tu quanti super articoli hai? Raccontaci la tua.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *