Uscire da una penalizzazione panda in una settimana (case study)

Sono ormai molti anni che questo blog, che in passato mi ha dato molte soddisfazioni, è ormai abbandonato(prometto di rimettere il blog in carreggiata a breve). In questi anni nonostante sia stato assente sul blog, sono comunque stato presente come al solito in tutti i cambiamenti che Google sta portando. Per chi non lo sapesse, da più di un anno sono entrato nello staff del forum “alverde.net” dedicando a loro il poco tempo libero a disposizione. Bene, dopo questa doverosa premessa vado al succo del discorso.

penalizzazione Google.

Prima di Natale, precisamente ad ottobre, mi sono ritrovato con un sito nella nicchia feste e regali,  che da questo momento i poi chiamerò sito vecchio, questo sito fu penalizzato da un aggiornamento Panda. Studiando un po’ la situazione avevo individuato come possibile causa la presenza nel blog di articoli molto corti (spesso da 100 parole con immagine), in quanto trattandosi di recensioni di prodotti amazon, era impostato quasi come un e-commerce. Il mio problema non era tanto sistemare il blog facendo riscrivere i testi, quanto aspettare nuovamente il passaggio del nuovo aggiornamento Panda, così ho provato una soluzione alternativa, che se fosse andata come speravo mi avrebbe permesso di recuperare il posizionamento del mio sito (Prima della penalizzazione ai primi posti per parole molto competitive della nicchia) prima di Natale, in modo da sfruttare quei venti giorni di guadagno all’anno garantiti da questo genere di siti web. Prima della penalizzazione il sito si trovava nelle prime posizione per le frasi e parole più importanti della nicchia, dopo l’aggiornamento invece il sito era scivolato verso la settima pagina per la parola chiave principale.

C’è da sottolineare che il metodo che andrò ad illustrare non è un miracolo o una magia per uscire da una penalizzazione Panda, ma solo un metodo per far si che Google riclassifichi il nostro sito dopo le correzione senza aspettare il nuovo passaggio dell’aggiornamento che a volte avviene dopo 2 o tre mesi facendoci perdere molti soldi.

Interventi SEO sul sito penalizzato

Andiamo alla parte pratica, il mio primo intervento sul sito è stato quello di far riscrivere i contenuti portando la quantità di testo da 100 parole alla soglia minima delle 300 parole. Fatto questo ho ricontrollato le url assicurandomi di non avere contenuti duplicati o altri problemi onpage.

Metodo per recuperare il posizionamento in una settimana

Una volta risolti quelli che per me erano i problemi e le cause della mia penalizzazione avevo bisogno di far si che Google in qualche modo rivalutasse il mio sito prima di Natale senza appunto aspettare il passaggio del nuovo Google Panda.

Passaggi fatti per uscire dalla penalizzazione

  • Ho registrato un nuovo dominio formato dalla stessa parola ma con estensione diversa (credo possa funzionare anche se il dominio non è perfettamente uguale).
  • Ho trasferito il sito fisicamente dal vecchio al nuovo dominio;
  • Ho impostato un redirect dal vecchio al nuovo dominio anche per le singole pagine (che mostrerò in seguito)
  • Dal webmaster tool del vecchio sito ho chiesto a Google di rimuovere tutti i contenuti indicizzati;
  • Ho Scritto nuovo contenuto sul novo sito;
  • Ho inserito subito 2-3 backlinks verso il nuovo sito;

 

Dopo aver fatto tutti questi passaggi il mio sito è passato in una settimana dalla settima pagina per la frase principale alla quarta posizione (prima della penalizzazione si trovava in seconda posizione).

Redirect usato nei passaggi

Per effettuare il redirect dal vecchio sito al nuovo ho inserito questa stringa nel file .htaccess del vecchio sito.

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteCond %{HTTP_HOST} !nuovosito.com$ [NC]
RewriteRule ^(.*)$ http://www.nuovosito.com/$1 [L,R=301]

Questa permette di creare redirect anche da singola pagina a singola pagina.

 

Come dire a Google di rimuovere tutte le pagine dai risultati di ricerca

Per dire a Google di rimuovere tutte le pagine del vecchio sito dalle serp vi basterà seguire questa procedura:

 

  • Entrare in strumenti per webmaster;
  • Cliccare sul sito di vostro interesse;
  • Cliccare su indice Google;
  • Cliccare su Rimozione url;
  • Cliccare su Crea una nuova richiesta di rimozione;
  • A questo punto vi basterà inserire soltanto lo / per deindicizzare l’intero sito
  • Completare le azioni richieste.

Conclusione

Come specificato all’inizio del post questo non è un metodo miracoloso, ma solo un modo per ridurre i tempi di attesa dopo aver risolto i problemi onpage del sito. Nel mio caso essendo un sito legato alla nicchia del natale, questo metodo mi ha permesso di sfruttare il periodo dei regali di natale, l’alternativa sarebbe stata aspettare il passaggio di Google panda quindi guadagnare nel 2015 e perdere 1 anno. Non metto i siti web relativi all’esperimento per ovvi motivi. Attendo i vostri commenti in merito.

 

AGGIORNAMENTO:

Parlando con alcuni colleghi giustamente è venuto fuori che Google Panda è passato ormai dal 2013 in everflux quindi a flusso costante, ma confrontando alcuni casi reali di uscite da penalizzazioni Panda siamo giunti alla conclusione per per alcuni casi spesso ormai si risolve anche senza attendere il passaggio del nuovo update, mentre per casi più gravi bisogna ancora attendere il passaggio dell’aggiornamento successivo. Voi cosa ne pensate qual’è la vostra esperienza in merito?

 

Prossimo esperimento

Il mio prossimo esperimento sarà riportare il sito nel vecchio dominio e vedere il comporta

 

Ps: Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui social.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *